Accesso ai farmaci biologici: dal sottotrattamento al gain sharing

Il prossimo 24 maggio, alle ore 10:30, presso l’Auditorium del Museo dell’ARA PACIS, a Roma, si terrà il convegno “Accesso ai farmaci biologici: dal sottotrattamento al gain sharing

L’evento rappresenterà il punto di sintesi di un percorso avviato quattro anni fa dalle aziende rappresentate dall’Italian Biosimilars Group di Egualia per quantificare ed evidenziare i fenomeni di sottotrattamento con farmaci biologici esistenti nel nostro Paese nelle aree delle malattie reumatiche, infiammatorie croniche intestinali e nell’area dermatologica.

Le analisi sul tema, realizzate da CliCon - Health, Economics & Outcome Research, saranno il punto di partenza per un momento allargato di confronto e condivisione con gli stakeholder, il mondo scientifico e istituzionale, gli operatori del mondo sanitario e i rappresentanti dei pazienti, per raggiugere due obiettivi:

  • Individuare i corretti strumenti per ampliare la platea dei pazienti che hanno accesso tempestivo ai farmaci biologici, razionalizzando il consumo di risorse e mantenendo un elevato profilo di efficacia e sicurezza;
  • convergere sul modello del gain sharing come metodologia adeguata a conquistare questo traguardo, tramite l’individuazione di indicatori clinico sanitari oltre a quelli economici e di spesa, rispondendo anche all’esigenza di aumento di efficienza dei sistemi sanitari.

Può consultare il programma dell’evento, qui

L'accoglienza avrà inizio a partire dalle ore 10:00 con un welcome coffee.

L’evento si terrà nel pieno rispetto della normativa anti-Covid vigente.

Dettagli dell'evento

Inizio evento 24-05-2022 10:30
Fine evento 24-05-2022 13:00
Chiusura iscrizioni 22-05-2022 23:00
Luogo Auditorium Museo dell'Ara Pacis

Gentile invitato,
la informiamo che le iscrizioni online sono chiuse.
Per eventuali informazioni sulla possibilità di partecipare all’evento, la preghiamo di contattare la Segreteria organizzativa al seguente indirizzo eventi@egualia.it.
Restando a sua disposizione, le porgiamo cordiali saluti.
La Segreteria organizzativa